Presentata la lista “Socialisti e Verdi” per il Consiglio di Stato

Oggi alla Filanda di Mendrisio i cinque candidati e candidate della lista “Socialisti e Verdi” si sono presentati ufficialmente alla popolazione. Alla conferenza stampa, i rappresentanti e le rappresentanti del Partito Socialista, de I Verdi del Ticino, della Gioventù Socialista, delle Giovani Verdi, nonché della società civile hanno presentato le loro visioni del Ticino e del ruolo dello Stato nel nostro Cantone
 
Nella conferenza stampa tenutasi oggi a Mendrisio, Samantha Bourgoin (I Verdi del Ticino), Marina Carobbio (PS Ticino), Yannick Demaria (GISO), Boas Erez (in rappresentanza della società civile) e Nara Valsangiacomo (Giovani Verdi) si sono presentati ufficialmente alla popolazione come persone candidate sulla lista “Socialisti e Verdi” per il Consiglio di Stato.
 
Nel discorso introduttivo, Marco Noi, co-coordinatore de I Verdi, ha ribadito come questa alleanza sia un progetto per il futuro. Un progetto che vuole portare delle proposte progressiste per contrastare l’avanzata della destra, unendo la giustizia ambientale a quella sociale, per cambiare i rapporti di forza.
Procedendo in ordine alfabetico, Samantha Bourgoin ha messo l’accento sulla politica fiscale cieca della destra che, con il decreto Morisoli e le proposte di nuovi sgravi, sta mettendo in pericolo il funzionamento dello Stato e l’aiuto alle persone più fragili. Ha poi preso la parola Marina Carobbio che ha sottolineato che l’educazione e la formazione sono investimenti e opportunità cruciali per il futuro del nostro Cantone. Una scuola pubblica equa, inclusiva e di qualità offre opportunità anche a chi altrimenti non ne avrebbe.
Yannick Demaria ha evocato come il costante aumento dei costi dei premi cassa malati e le alte franchigie escludano sempre più persone dal sistema sanitario, nonostante la nostra costituzione sancisca il diritto alla cura per tutte e tutti. È quindi sempre più urgente combattere l’esplosione dei premi e rafforzare il sistema sanitario pubblico.
Boas Erez ha invece parlato del ruolo dello Stato che deve operare in maniera dignitosa rispettando le libertà individuali di tutta la popolazione e promuovendo una democrazia maggioranza partecipativa. In conclusione, Nara Valsangiacomo per le Giovani Verdi ha parlato di come la lista progressista porterà avanti progetti per valorizzare gli spazi verdi del Cantone e per promuovere i trasporti pubblici, rallentando il processo di cementificazione in corso e contribuendo così a contrastare la crisi climatica.
 
Laura Riget, copresidente del PS Ticino, ha infine ricordato l’evento che si terrà in serata: il lancio pubblico della campagna con un evento sul treno TILO che attraverserà il Ticino da sud a nord. Maggiori informazioni sull’evento a cui la popolazione è invitata a partecipare sono qui disponibili. 

La piattaforma comune di governo è qui disponibile.