La Frazione Socialista non sceglie Marina Carobbio nel ticket: un’occasione persa per l’italianità in Svizzera e per il Ticino

Marina Carobbio non è stata scelta della Frazione socialista. Non è riuscito il passo in quel ticket che avrebbe conferito delle reali chances alla sua candidatura per la corsa finale. Infatti la sua è stata una candidatura sempre più temuta oltre Sarine in quanto stava raccogliendo parecchie simpatie nella Svizzera tedesca. Da qui è nato un minaccioso sbarramento romando alla sua candidatura.
Il Partito socialista é dispiaciuto malgrado il buon risultato interno raggiunto da Marina nei diversi turni di votazione che la Frazione non abbia optato in apertura per un ticket a 3 scelta che avrebbe offerto al Parlamento un’ulteriore opportunità di dibattito sull’italianità in Svizzera.

Questa esperienza rende ineludibile l’aumento a 9 dei Consiglieri Federali senza questo passo sarà pressoché impossibile per la Svizzera Italiana avere un proprio rappresentante in Consiglio Federale nel prossimo decennio e forse oltre.
A Marina i ringraziamenti della Direzione e di tutto il Partito per il coraggio mostrato nell’affrontare questa sfida per la Svizzera italiana tutta e per aver contribuito in modo vigoroso al dibattito sulla rappresentanza italofona e delle regioni periferiche in Consiglio federale.