Interrogazione

Il 14.03.2012 inoltravo un’interrogazione con altri firmatari dal titolo ‘Nuove Case per Anziani nelle Tre Valli. Spreco di soldi pubblici per la mancanza di una visione più globale della problematica?”

Legge sul Gran Consiglio e sui rapporti con il Consiglio di Stato all’Art. 142 paragrafo 3 cita:
Il Consiglio di Stato risponde all’interrogazione per iscritto entro 60 giorni. La risposta scritta è inviata in copia a tutti i deputati dalla segreteria ed è inserita nei verbali del Gran Consiglio.

A più di un anno di distanza non abbiamo ancora ricevuto risposta e in un periodo dove tutti invocano al risparmio finanziario e alla razionalizzazione delle opere nella zona delle Tre Valli ci si indirizza verso la creazione di due nuove Case per Anziani a distanza di pochi Km.( Biasca e Giornico ) creando un doppione nonché un doppio finanziamento per il Cantone.

Nel frattempo sono emersi alcuni elementi che fanno lievitare il preventivo per la CpA di Giornico. Infatti la sezione socialista di Pollegio (Comune consorziato per le CpA della Leventina) con un’interpellanza al Municipio si dice preoccupata per i costi del progetto per una nuova casa per anziani a Giornico in particolare per i sorpassi di spesa causati dell’ubicazione scelta che potrebbero raggiungere i 25 milioni di franchi (pari al 10 per cento del costo totale dell’opera).

Inoltre un articolo del Corriere del Ticino di alcuni mesi or sono intitolato:

Giornico C’è un problema di piena
Preavviso cantonale negativo per la nuova casa per anziani della valle Leventina: l’edificio così come previsto rischia di essere toccato da un’esondazione del Ticino

L’articolista pone in evidenza il rischio che l’edificio previsto a poche decine di metri dal fiume possa essere toccato dall’esondazione del Ticino nel caso di una piena notevole. Infatti in prima istanza il Comune di Giornico ha ricevuto il preavviso cantona­le negativo alla domanda di costruzione inoltrata dalla Fondazione Elena Celio in quanto gran parte del sedime si trovava in zona di pericolo rossa.

Ultimamente è emerso che nel progetto di Giornico non sono stati previsti i posteggi per il personale e per gli ospiti. Dunque per l’aggiunta di questo oggetto vi sarà un’ulteriore aumento di spesa.

Preso atto di questi nuovi elementi in aggiunta alle domande dell’interrogazione pongo al Consiglio di Stato le seguenti ulteriori questioni.

Corrisponde al vero che il sedime dove è prevista la nuova CpA di Giornico si trova in zona di pericolo rossa?

Se si grazie a quali alchimie la zona ha cambiato grado di pericolo e viene ammessa la costruzione di una Casa per Anziani ospedalizzata?

Corrisponde al vero che prima ancora di iniziare i lavori i costi sono già aumentati di 2.5 mio di CHF a causa dell’ubicazione del sedime come emerso nella discussione in Consiglio Comunale a Pollegio?

Corrisponde al vero che nel progetto originale non erano previsti i posteggi per il personale e per gli ospiti? Questa ulteriore opera farà nuovamente lievitare i costi?

Per il gruppo PS
Ivan Cozzaglio

Allegato: interrogazione del 14.3.2012