Decisione del TAF sui 100 km/h a sud di Melide: il Governo si faccia parte attiva per un ricorso

Il Partito Socialista ha preso atto della decisione del Tribunale amministrativo federale (TAF) che ha accolto il ricorso contro il limite di 100 km/h in autostrada a sud di Melide e chiede al Consiglio di Stato di farsi parte attiva verso le competenti autorità federali affinché la decisione venga impugnata al Tribunale federale di Losanna.
La misura dei 100 km/h a sud di Melide è prevista dal Piano di risanamento dell’aria ticinese ed è ritenuta dal PS importante e da salvaguardare. Se davvero come sembra sostenere il TAF il dossier che contiene argomentazioni e perizie che la sorreggono è carente è necessario che Cantone e Confederazione facciano del loro meglio per colmarne le eventuali lacune.
I 100 km/h nella parte più trafficata della rete autostradale ticinese sono una misura opportuna per l’ambiente e la sicurezza nonché un provvedimento che ha ripercussioni minime per gli automobilisti. Per questo esso va difeso con impegno.