Costi della salute: è necessaria una soluzione globale!

Il PS accoglie con favore il controprogetto indiretto all’iniziativa “per un freno ai costi”, che il Consiglio nazionale discuterà oggi. Ciò consentirà di tenere sotto controllo i costi del settore sanitario a medio termine. Allo stesso tempo, l’iniziativa del PSS per premi meno onerosi, anch’essa all’ordine del giorno di questa sessione, offre una soluzione all’aumento dei premi dell’assicurazione sanitaria, che gravano sempre di più sulle spalle della popolazione. È necessario agire su entrambi i fronti: misure mirate per la riduzione dei costi e sostenere le persone con redditi medio-bassi, al fine di migliorare il loro potere d’acquisto in modo rapido ed efficace.

«La questione dell’aumento dei costi sanitari deve essere affrontata con urgenza e i disincentivi devono essere eliminati», afferma la Consigliera agli Stati socialista Marina Carobbio. «La Commissione del nazionale ha concretizzato il controprogetto indiretto del Consiglio federale all’iniziativa per un freno ai costi. Inoltre, gli obiettivi di costo e di qualità possono essere utilizzati per contenere i costi e garantire che i pazienti continuino a ricevere una buona assistenza sanitaria».

Il controprogetto definisce obiettivi di contenimento dei costi nell’assicurazione di base obbligatoria che tengono conto di diversi aspetti: necessità mediche, sviluppo economico, crescita demografica e progresso medico-tecnologico. Questo dà alla Confederazione e ai Cantoni il margine di manovra necessario per ridurre i costi senza tagliare i servizi.

Parallelamente, è urgente adottare misure nel settore dei premi di cassa malati, che sono in aumento da decenni e gravano sempre più sulle famiglie. «In autunno, siamo già minacciati da un altro massiccio rialzo dei premi. Inoltre, la guerra in Ucraina avrà un impatto sul potere d’acquisto delle persone in Svizzera», afferma la consigliera agli Stati Marina Carobbio. «Ecco perché la nostra iniziativa di riduzione dei premi è più che mai necessaria: nessuna famiglia dovrebbe pagare più del dieci per cento del proprio reddito disponibile per i premi di cassa malati». Per poter attuare rapidamente le misure, il PSS esorta il Consiglio degli Stati a mettersi al lavoro in autunno su questo tema. Il Consiglio federale deve inoltre usare il suo margine di manovra per evitare la stangata dei premi.