Categoria: Votazioni giugno 2023

La Legge sul clima e i falsi slogan

Di nuovo, per combattere una Legge in votazione popolare si fa capo a falsi proclami, questa volta la si rinomina come «Iniziativa divoratrice di elettricità » e si paventano razionamenti, blackout, divieti e grandi costi alla popolazione. Scenari di carenza di elettricità in Svizzera ne conosciamo da almeno una quindicina di anni, da quando...

Legge sul clima, un voto pesante

La legge sul clima sulla quale voteremo il 18 giugno è sostenuta dalla maggioranza del parlamento. Solo l’Udc (e la Lega in Ticino) ne fanno una battaglia politica con l’evidente scopo di lanciare la volata per le elezioni federali di ottobre. C’è alla base della loro opposizione un malcelato negazionismo sulla questione climatica (“Non...

Il personale di vendita non è un salame

Era il 2016 quando la popolazione ticinese veniva chiamata al voto per una modifica della legge sugli orari dei negozi e io prendevo posizione contro quella modifica con un articoletto intitolato “Non è solo mezz’ora”. Contributo che rimane attuale anche in vista della prossima votazione del 18 giugno e relativa all’ennesima “Modifica della legge...

Una Legge sul clima urgentemente necessaria

Il 18 giugno 2023 i cittadini e le cittadine svizzere potranno esprimersi sulla nuova «Legge sul clima» che raccoglie in sé misure concrete e politicamente condivise a tutela del nostro territorio e della popolazione che ci vive. In quanto Paese alpino, la Svizzera è particolarmente colpita dai cambiamenti climatici. I ghiacciai si stanno sciogliendo...

Conferenza stampa: la fregatura delle deduzioni fiscali per i premi di cassa malati!

Alla conferenza stampa odierna, gli economisti Vaucher De La Croix e Greppi, accompagnati dal capogruppo PS in Gran Consiglio Durisch, hanno spiegato perché la modifica della Legge tributaria in votazione il prossimo 18 giugno non aiuta il ceto medio e non è una soluzione mirata per contrastare l’esplosione dei premi di cassa malati. Negli ultimi...

Per l’imposta minima applicazione deludente

Dal 1980 le aliquote fiscali per le imprese nel mondo si sono complessivamente più che dimezzate. La concorrenza fiscale tra le nazioni e al loro interno ha permesso alle aziende più mobili di approfittare di questa «guerra» delle aliquote tra Paesi, regioni e Comuni, con il risultato che molti soldi non sono finiti in...

Implementazione dell’imposizione minima dell’OCSE: ne beneficia unicamente Zugo?

Il 18 giugno 2023 la Svizzera voterà sull’attuazione dell’imposizione minima dell’OCSE. Gli oppositori della proposta sostengono che a beneficiarne saranno solo i cantoni a bassa tassazione e con molte grandi imprese, mentre la popolazione resterà a mani vuote. Se l’attuale implementazione dell’imposizione minima dell’OCSE dovesse venire approvata alle urne, il Cantone di Zugo, con...